I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità.
Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie

Dott.ssa Priscilla Berardi medico, psicoterapeuta, sessuologa  Cell.+39 349 5455417

Il figlio conteso

Domanda di Laura del 05/03/2013

Salve dott.ssa, io più che altro vorrei un consiglio. In questo momento sono in fase di separazione e insieme al mio ex abbiamo fatto degli incontri con una psicologa che, in seguito alle sue valutazioni, ha consigliato l'affidamento esclusivo per il mio ex marito, in quanto io sarei una buona madre, ho un buon rapporto con mio figlio, ma nel rapporto con il mio ex spesso perdo la calma e mi innervosisco di brutto perchè lui a parole mi dice che posso vedere mio figlio ogni volta che voglio, nei fatti non è così. Io ho un lavoro che mi tiene impegnato fino a sera e quindi non posso occuparmi di mio figlio e mi sta bene che lo tiene lui piuttosto che un'estranea, però appena io ho voglia di vedere il bimbo, non mi è possibile per mille scuse banali che lui inventa per farmi impazzire, e ci sta riuscendo. Per riassumere...

Leggi tutto

La 'casa' che non trovo

Domanda di Calzinazz del 02/11/2012
Cara Priscilla, e così finalmente mi sono deciso a scriverti. Sono un uomo, diciamo quasi quarantenne. Faccio un lavoro che reputo molto impegnativo, che mi piace molto ma che di per sé è anche piuttosto avaro di soddisfazioni. Forse per questo lavoro, o forse per comodità, vivo da solo. Le ultime due o tre relazioni che ho avuto sono state piuttosto complicate, diciamo nevrotiche via. Mi sono chiesto se me le cerco io così, loro trovano me, oppure è proprio il rapporto che si sviluppa ineluttabilmente nell'incomunicabilità, però di quella ostile, in cui ci si parla e non ci si capisce.

Leggi tutto

Tra il presente e il passato

Domanda di Cuore Selvaggio del 02/08/2012

Dottoressa buongiorno, il mio è un male comune a tante altre credo... Convivo da 12 anni, l'ho conosciuto dopo aver chiuso una storia trasgressiva clandestina e piena di passione che durava da 4 anni, in cui lui mi faceva sentire una donna desiderata, sexy, irresistibile, ma non poteva darmi una stabilità perchè era già impegnato e non abitava nella mia città. Premetto che agli inizi non mi aveva detto di avere una storia fissa, poi invece si è sposato e a quel punto ho chiuso e incontrato il mio attuale compagno, che invece mi diede subito la stabilità che cercavo in una storia oltre alla passione. Per 7 anni tutto ok, poi iniziammo ad entrare in crisi e ritornò, solo telefonicamente, l'altro, che nel frattempo si era separato. Da allora sono "in palla", lasciare mio marito e iniziare un altra storia mi fa mancare l'aria ma mi attira.

Leggi tutto

Due modi diversi

Domanda di No Problem del 18/07/2012

Buongiorno dottoressa, ho una curiosità che mi sta assillando, ma non è un vero problema. Sono sposata da 4 anni dopo 2 di fidanzamento, senza figli. Faccio parte di una famiglia numerosa per cui sono abituata a condividere la vita con le mie sorelle e molte altre persone, anche nella vita di tutti i giorni, mentre mio marito è figlio unico, come unici parenti i genitori e una nonna che lo ha amato e viziato.

Leggi tutto